La mascotte

“Alcuni anni addietro, in una delle consuete sortite autunnali del Circo nella città dei fiori, arrivano nella zona di Pian di Poma due leoni, grandi atleti e ottimi giocolieri, che poco tempo dopo, avrebbero dato alla luce un cucciolo. Remo, a differenza del papà “Springbok” e della mamma “centometrista”, si appassiona da subito al gioco del calcio.

Sin da piccolino, passava i pomeriggi rannicchiato dietro gli alberi cosi da non spaventare nessuno e sbirciava gli allenamenti dei grandi campioni biancoazzurri del passato.

Le domeniche pomeriggio passate in “Curva Poggio” a gustarsi le partite del Comunale, i gol di Carlo Calabria, “le bombe” di Stephane Lerda, le parate di Rotoli e Brichetto, i cross di Gagliolo, sono diventati il pensiero fisso di Remo in ogni suo attimo fuori dal circo.

Sopraggiunge l’estate e per la carovana del circo è ora di ripartire, Remo e il suo fratellino non ne vogliono sapere di andare via. Il piccolo leoncino ormai cresciuto, decide di restare a Sanremo e di inseguire il suo sogno di indossare la maglia della Sanremese.

Oggi finalmente Remo realizza il suo sogno, è diventato biancoazzurro, diamo il benvenuto a Remo, il leone della Sanremese!”