Con una rete di Scalzi allo scadere la Sanremese supera l’ostacolo Argentina, allo “Sclavi” di Arma di Taggia finisce 2-1

In una partita sofferta più del previsto le reti di Lo Bosco e Scalzi regalano alla Sanremese la quarta vittoria consecutiva che vale il terzo posto in classifica in solitaria.

Il primo tempo vede i matuziani padroni del gioco sin dai primi minuti. Al 16’ un tiro da fuori area di Gagliardi finisce di poco a lato alla destra del portiere avversario.
Dopo due minuti ecco la rete del vantaggio biancoazzurro. Su una palla lunga Pronesti sbaglia l’uscita, ne approfitta Lo Bosco che sigla il gol dell’ex.
Al 21’ ancora Lo Bosco, al termine di una discesa personale, prova dal limite dell’area, para a terra Pronesti.
Passano 10 minuti e Lauria ci prova con una punizione dalla destra che finisce tra le braccia del portiere. Passano pochi minuti ed è Gagliardi a rendersi pericoloso con una bordata da fuori, il portiere devia in angolo.
Il primo tempo si conclude con due tentativi di Scalzi, in entrambi i casi il numero 27 biancoazzurro non inquadra lo specchio della porta.

Al 12’ della ripresa la doccia fredda per la Sanremese con Berni che segna il primo gol stagionale su azione per gli armesi.
La Sanremese passa subito all’attacco e dopo 5 minuti ci prova Lauria con un pallonetto, Fici salva. Un minuto più tardi ancora il numero 10 matuziano protagonista con una sfortunata deviazione su palla diretta in porta.
Al 19’ tentativo di Gagliardi con un tiro dalla distanza, Pronesti para in due tempi. Al 32’ Cacciatore colpisce di testa in area e manda la palla fuori di poco. Altro colpo di testa al 39’, questa volta con Falomi che ci prova su cross di Scalzi, para Pronesti.
In pieno recupero esplode la gioia dei tifosi biancoazzurri presenti allo “Sclavi”, Scalzi regala i tre punti alla Sanremese con un sinistro dal limite dell’area. Palla in rete e vittoria in cassaforte per i matuziani.

Grazie al successo odierno la Sanremese sale al terzo posto in classifica in solitaria a quota 13 punti a meno uno dalla coppia di testa formata da Lavagnese e Ponsacco.

C’è molta soddisfazione perché un gol al 90’ è sempre piacevole, ma la partita non è stata soddisfacente perché non si più giocare su un campo così, non si possono fare due o tre passaggi di fila, ma lo sapevamo – ha commentato mister Calabria a fine partita – avevamo fatto bene trovando il vantaggio e sul gol abbiamo fatto un errore, ci hanno castigato all’unica occasione buona. Scalzi ha fatto un gran gol. Per noi è sempre importante vincere, fare punti e rimanere nella parte alta della classifica”.

 

LE FORMAZIONI

Sanremese: 1 Gavellotti, 2 Barka, 4 Bregliano, 5 Cacciatore, 13 Anzaghi, 11 Gagliardi (25 Falomi), 16 Taddei, 17 Olivieri, 27 Scalzi, 9 Lo Bosco (6 Castaldo), 10 Lauria.
A disposizione: 22 Reinaudo, 3 Bertora, 7 Colantonio, 14 Monteleone, 19 Scappatura, 24 Tobaldo, 29 Longo.
Allenatore: Giancarlo Calabria

Argentina: 1 Pronesti, 2 Sonnini, 3 Fici, 4 Acampora, 5 Mannella, 6 Fiuzzi, 7 Berni (16 Esposito), 8 Piras, 9 Castagna (20 Vitiello), 10 Miceli, 11 Carletti (18 Malafronte).
A disposizione: 12 Trucco, 13 Eugeni, 14 Perpignano, 15 Salvador, 17 Luci, 19 Lanteri.
Allenatore: Roberto Correale

Arbitro: Sig. Manuel Berti
Assistenti: 1° Sig. Fabrizio Giorgi; 2° Sig. Matteo Gavazza

Marcatori: Lo Bosco 18’ (S), Berni 57’ (A), Scalzi 93’ (S)

Ammoniti: Fici (A), Fiuzzi (A), Barka (S),
Calci d’angolo: 0-5
Recupero: 1; 5.