Sanremese-Ligorna 3-3

In gol per i biancoazzurri Caboni, Cabeccia e Negro.

Sanremese-Ligorna 3-3 (2-1)

Marcatori: Caboni 8’ pt, Cabeccia 11’ pt, Rebecca 20’ pt, Negro 14’ st, Vassallo 25’ st, Gallotti 33’ st

Sanremese: Massolo, Negro (dal 41’ st Palumbo), De Biasi (dal 21’ st Martelli), Cabeccia, Sirigu, Bianco, Gagliardi, Taddei, Caboni (dal 12’ pt Gaeta), Monteleone, Castellani. (a disposizione Palmieri, Anzaghi, Fiuzzi, Zanette, Quaggiotto, Vitiello). Allenatore: Giancarlo Riolfo.

Ligorna: Pulidori, Brizzi (dal 31’ st Ramella), Zunino, Crafa, Gallotti, Napello, Lembo (dal 18’ st Baudo), Panepinto, Valenti, Chiarabini (dal 21’ st Vassallo), Rebecca. (a disposizione Belistreri, Canessa, Nardo, Barcella, Bolla, Marconi). Allenatore: Gabriele Sabatini.

Arbitro: Eugenio Scarpa di Collegno (Marco Cavaliere di Torino e Vincenzo Spremulli di Torino).

Note: spettatori 450 circa; recuperi +2 pt, +6 st; ammoniti Sirigu, Taddei e Martelli per la Sanremese, Zunino, Gallotti e Vassallo per il Ligorna; calci d’angolo 10-6 per il Ligorna; prima della partita, all’esterno dello stadio, presente una troupe di Striscia la Notizia con Cristiano Militello.

Cronaca: Un 3-3 che lascia l’amaro in bocca in casa Sanremese. Un rammarico acuito dal fatto di essere stata per due volte in vantaggio con due gol di scarto. La squadra di Riolfo parte molto bene e tra l’8 e l’11’ minuto si trova subito sul 2-0. All’8’ un calcio di punizione dalla trequarti di Cabeccia pesca Caboni dentro l’area che con un tiro al volo di sinistro manda la palla sul palo più lontano per il vantaggio matuziano. Poco dopo è ancora Caboni protagonista, conquistando un calcio di punizione che lo costringerà ad uscire per infortunio. Sul punto di battuta si porta ancora una volta Cabecca. Il capitano della Sanremese calcia la sfera sul palo più lontano e si insacca (forse con una deviazione) alla sinistra di Pulidori. Il Ligorna si scuote e al quarto d’ora ci prova con Rebecca su punizione ma la palla va alta. Al 19’, sugli sviluppi di uno dei tanti corner guadagnati dai genovesi, Brizzi calcia al volo ma la palla (deviata) termina di poco a lato. Sul calcio d’angolo successivo Brizzi serve Rebecca che, tutto solo davanti a Massolo, fa secco l’estremo difensore biancazzurro. Al 27’ un tiro al volo dal limite dell’area di Crafa impegna severamente Massolo che con la mano aperta manda la palla in angolo, compiendo un grande intervento. Il primo tempo termina sul 2-1 in favore della Sanremese.

I ragazzi di Riolfo partono bene anche nella ripresa e al quarto d’ora si trovano in vantaggio: corner di Cabeccia, tiro al volo di Negro e palla nell’angolino basso alla sinistra di Pulidori. Al 16’ Gaeta ci prova con un tiro dal limite dell’area ma la palla termina di poco alta. Al 23’ punizione di Cabeccia sopra la barriera, Pulidori vola a deviare. La Sanremese controlla agevolmente la partita ma al 25’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo regalato è Vassallo a svettare più alto di tutti e a mandare la palla nell’angolo basso alla sinistra di Massolo. Il Ligorna ci crede e al 33’ perviene al pareggio. Punizione laterale, testa di Gallotti e palla in rete. La Sanremese prova a reagire e nei minuti di recupero sfiora il gol del 4-3 in almeno due occasioni. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Castellani fa una buona torre di testa per Palumbo, ma la conclusione di quest’ultimo viene ribattuta da un difensore; 30 secondi dopo è Castellani ad avere sui piedi la palla buona per segnare il gol che avrebbe dato i tre punti ai matuziani, ma la sua conclusione termina a lato. Nell’ultimo minuto di recupero c’è ancora spazio per le proteste dei matuziani a causa di un atterramento di Palumbo da parte di Pulidori, ma il signor Scarpa di Collegno ritiene che l’estremo difensore ospite abbia prima toccato la palla.